Storia

Il Teatro Stabile di Genova è stato fondato nel 1951.

Il suo primo direttore è stato Nino Furia, affiancato con il ruolo di condirettore o di direttore artistico da Roberto Rebora, poi da Camillo Pilotto e quindi da Giannino Galloni. Dal 1955 al 2000 è stato diretto da Ivo Chiesa, con Luigi Squarzina condirettore dal 1963 al 1976. Dal 2000 al 2014 la direzione è passata a Carlo Repetti, con Marco Sciaccaluga condirettore. Dal 2015 il direttore è Angelo Pastore, al cui fianco Marco Sciaccaluga è consulente artistico e regista stabile.

Nel corso della sua storia, lo Stabile ha costantemente rappresentato (almeno dalla seconda metà degli anni Cinquanta) uno dei momenti più alti, a livello nazionale e internazionale, della cultura elaborata a Genova.

La sua sede istituzionale è il Teatro della Corte, la cui costruzione è stata ultimata nella primavera del 1991. Qui avvengono gli spettacoli, prodotti o ospitati, di maggiore peso e complessità.

Il Teatro della Corte ha 1.000 posti, è situato nel cuore della city culturale ed economica della città e accorpa in un unico edificio il teatro, i servizi, gli uffici, la sala prove, la Scuola di Recitazione, una biblioteca, spazi per incontri, eccetera. Per volumetria impegnata (41.000 mc.), dimensione del palcoscenico (900 mq.), livelli tecnologici e insieme di strutture, si tratta di un teatro di prosa fra i più avanzati in Italia.

Il Teatro Stabile di Genova dispone anche di una seconda sala, il Teatro Duse, di  473 posti, la quale è destinata agli spettacoli, prodotti o ospitati che trovano nell’intimità di una “piccola sala” la ragione fondante del loro essere.

Storia-Anfiteatro Teatro della CorteDalla stagione 2000-2001, il Teatro Stabile di Genova si è dotato di un nuovo spazio scenico con gradinate ad anfiteatro, agile e trasformabile, che può essere montato sul palcoscenico del Teatro della Corte come altrove, in luoghi al chiuso o all’aperto. Il nuovo spazio, denominato Piccola Corte, ha la possibilità di accogliere circa 250 spettatori e, affiancato alla Corte e al Duse, permette al Teatro Stabile di Genova di articolare in modo più ampio e compiuto le proprie proposte al pubblico: sia sul piano della produzione, sia su quello dell’ospitalità.

Al settembre 2017 il Teatro Stabile di Genova ha prodotto 378 spettacoli (129 su testi italiani e 249 su testi stranieri).

Il pubblico toccato dagli spettacoli prodotti dal Teatro Stabile di Genova oscilla costantemente fra le 150.000 e le 200.000 presenze per stagione. Aggiungendo a queste le affluenze agli spettacoli ospitati, il raggio di influenza del Teatro Stabile di Genova tocca mediamente da 250.000 a 350.000 presenze per stagione.

Storia-Foyer Teatro Corte 1Alle recite a Genova si aggiungono costanti tournées, secondo la tradizione del nostro Paese: in Italia il Teatro Stabile di Genova ha recitato in 276 città italiane.
Molto rilevante è anche la presenza del Teatro Stabile di Genova all’estero. Le tournée oltre confine infatti hanno portato l’organismo genovese in 58 città in Europa, America del Nord, del Centro e del Sud, per un totale di 23 Stati. Gli episodi di maggior spicco si possono trovare nella presenza del Teatro Stabile di Genova nei cartelloni dei Festival europei più prestigiosi (quattro volte a Parigi al Théâtre des Nations e al Théâtre d’Europe, quattro volte al Festwoche di Zurigo, due volte all’Holland Festival, e poi al Festival di Edimburgo, a quello di Avignone, alla World Theatre Season di Londra, al Festival Cervantino in Messico), nelle quattro tournées a Mosca, a Leningrado, e in Paesi dell’Est Europa, nella tenitura eccezionale per uno spettacolo straniero a New York (33 recite), nell’aver visitato in una sola estate nove Paesi delle tre Americhe (Stati Uniti, Canada, Argentina, Brasile, Venezuela, Messico, Uruguay, Perù e Cuba).

In totale, il Teatro Stabile di Genova ha portato all’estero 27 spettacoli che hanno realizzato 383 rappresentazioni in 58 città. In Italia, questi dati sono secondi solo a quelli del Piccolo Teatro di Milano.

Storia-Sala Teatro Corte 1La Compagnia del Teatro Stabile di Genova è stata contrassegnata dalla presenza di grandi protagonisti della scena italiana che, affiancati in locandina da tanti altri attori anche di primo piano, hanno contrassegnato periodi molto significativi della storia del teatro genovese. Qualche nome per tutti: Enrico Maria Salerno, Valeria Valeri, Tino Buazzelli e Gastone Moschin negli anni Cinquanta; Alberto Lionello, Lina Volonghi, Omero Antonutti ed Eros Pagni negli anni Sessanta e Settanta, quando lo Stabile gestì anche il Teatrino di Piazza Marsala, dove agirono tra gli altri anche alcuni protagonisti dell’avanguardia teatrale quali Carlo Quartucci, Giancarlo Nanni, Leo De Berardinis. Dagli anni Ottanta, sono ritornati a Genova anche Ferruccio De Ceresa ed Elsa Albani, ricoprendo ruoli molto significativi negli spettacoli dello Stabile. A partire dagli anni Novanta, poi, c’è stata la significativa collaborazione con Mariangela Melato, più volte affiancata sulla scena da Eros Pagni, il quale nel primo scorcio del terzo millennio ha assunto allo Stabile di Genova sempre più il ruolo da protagonista, trovandosi a diretto contatto anche con Gabriele Lavia o Tullio Solenghi e con il gruppo sempre più numeroso dei giovani usciti dalla Scuola di Recitazione dello Stabile. Non pochi sono stati anche i guest artists, scelti dallo Stabile fra i più importanti della scena nazionale: da Monica Vitti a Lea Massari, da Giorgio Albertazzi a Vittorio Gassman, da Glauco Mauri ad Adriana Asti, e molti altri ancora.

Quanto ai registi, accanto alle presenze fisse, prima di Luigi Squarzina (condirettore con Chiesa dal 1963 al 1976) e oggi di Marco Sciaccaluga (regista stabile e consulente artistico), troviamo fra i registi italiani ad esempio i nomi di Orazio Costa, Gianfranco De Bosio, Egisto Marcucci, Walter Pagliaro, Elio Petri, Luca Ronconi, Franco Zeffirelli, Maurizio Scaparro, Guido De Monticelli, Valerio Binasco.Storia-Foyer Teatro Corte 2 E una vocazione europea avvertita da sempre ha consentito la collaborazione di registi stranieri quali William Gaskill e Terry Hands, e, nell’ultima parte della sua storia, le presenze particolarmente significative e “formative” per il Teatro Stabile di Genova di Otomar Krejca, presente per tre stagioni consecutive), di Peter Stein, di Benno Besson (per 6 spettacoli), di Alfredo Arias (per tre spettacoli) e di Matthias Langhoff (per tre spettacoli); sin agli accordi sottoscritti nel 2015 con la Comédie de Caen diretta da Marcial Di Fonzo Bo e con il Théâtre National de Nice diretto da Irina Brook.

Oltre alla produzione teatrale e alle proposte di spettacoli ospitati, il Teatro Stabile di Genova svolge attività didattiche, culturali e di ricerca drammaturgica; dispone di una Scuola di Recitazione strutturata su un Corso di Alta Formazione per Attore (formato da due progetti un Corso Propedeutico e un Corso di Qualificazione) e un Master, cura una sua produzione editoriale (ad oggi 123 titoli) e ha fondato il Museo-Biblioteca dell’Attore, uno dei maggiori centri di questo tipo in Italia.

LO STABILE 1951-2017

AUTORI ITALIANI

Vittorio Alfieri
Saul (51/52)
Oreste (55/56)
Gian Piero Alloisio e Umberto Bindi
La musica è infinita (10/11)
Giovan Battista Andreini
La Centaura (04/05)
Sonia Arienta
Strade / Corridoi (03/04)
Corrado Augias
Lonesto lago (84/85)
Nel nome di Gesù (09/10)
Corrado Augias e Vladimiro Polchi
L’ultima notte. Anatomia di un suicidio (11/12)
Niccolò Bacigalupo
I manezzi pe majâ na figgia (16/17)
Arnaldo Bagnasco, Lucia Bruni e Giuseppe D’Agata da Remigio Zena
La bocca del lupo (79/80)
Anna Banti
Corte Savella (63/64)
Mara Baronti
India (07/08)
Enrico Bassano
Un istante prima (58/59)
Carlo Bertolazzi
La gibigianna (57/58)
Legoista (87/88)
Carlo Besozzi e Flavio Parenti
Rum (06/07)
Valentino Bompiani
La conchiglia all’orecchio (57/58)
Tonino Bozzi
Bartleby, lo scrivano (00/01)
Vitaliano Brancati
Don Giovanni involontario (61/62)
Achille Campanile
Amleto in trattoria (77/78)
Luigi Candoni
Desiderio del sabato sera (57/58)
Salvato Cappelli
Il diavolo Peter (56/57)
Paola Caridi
Café Jerusalem (14/15)
R.V. Chiantella
La commedia dei giorni (53/54)
Luciano Codignola
La consolazione (67/68)
Tonino Conte
Due clowns a teatro (71/72)
Peppi sperso per il mondo (72/73)
Filippo Crivelli
Delirio alla Fregoli (80/81)
Enzo De Bernart, Luigi Squarzina, Ruggero Zangrandi
8 settembre (70/71)
Eduardo De Filippo
Il sindaco del rione Sanità (14/15)
G.B. Della Porta
La fantesca (65/66)
Massimo Dursi
La balena bianca (66/67)
Diego Fabbri da Féodor Dostoevskij
I demoni (56/57)
Diego Fabbri
Lavvenimento (67/68)
Vico Faggi
II processo di Savona (64/65)
Voci del Black Power (71/72)
Vico Faggi e Luigi Squarzina
Cinque giorni al porto (68/69)
Rosa Luxemburg (75/76)
Luca Fontana da William Shakespeare
Fool – il metodo della pazzia (81/82)
Vittorio Franceschi
Ordine d’arrivo (95/96)
A corpo morto (08/09)
Augusto Frassineti, Giorgio Manganelli
Teo o l’acceleratore della storia (66/67)
Vittorio Gassman da Melville e da altri autori
Ulisse e la balena bianca (91/92)
Giovanni Giraud
Il galantuomo per transazione (58/59)
Carlo Goldoni
Arlecchino servitore di due padroni (51/52)
La famiglia dell’antiquario (53/54)
La locandiera (57/58)
I due gemelli veneziani (62/63)
Una delle ultime sere di Carnovale (68/69)
I rusteghi (69/70)
La casa nova (72/73)
Il bugiardo (79/80)
La putta onorata (86/87)
La buona moglie (86/87)
II ventaglio (88/89)
La famiglia dell’antiquario (07/08)
La bottega del caffè (09/10)
Carlo Gozzi
La donna serpente (78/79)
Re cervo (90/91)
Tindaro Granata
Geppetto e Geppetto (15/16)
Tullio Kezich da Italo Svevo
La coscienza di Zeno (64/65)
Tullio Kezich da Luigi Pirandello
Il fu Mattia Pascal (74/75)
Tullio Kezich e Luigi Squarzina da Gustave Flaubert
Bouvard e Pécuchet (68/69)

Giuseppe Lanza
Aurelia (51/52)
Gabriele Lavia da Karen Blixen
La storia immortale (02/03)
Paolo Levi
Il caso Pinedus (54/55)
Andrea Liberovici
Operetta in nero (10/11)
Faust’s Box (16/17)
Andrea Liberovici e Aldo Nove da Voltaire
Candido (03/04)
Cesare Vico Lodovici
Incrinatura (51/52)
Mario Luzi
Rosales (82/83)
Niccolò Machiavelli
Mandragola (06/07)
Danilo Macri
Natalia (98/99)
Giuseppe Manfridi
Giacomo, il prepotente (88/89)
Mina Mezzadri
L’obbedienza non è più una virtù (70/71)
Amleto Micozzi e Marcello Aste
L’erba della stella dell’alba (71/72)
Piero Olivieri
Corto circuito (09/10)
Carlo Orlando e Nicola Pannelli
Di eroi, di spie e altri fantasmi (05/06)
Elio Pagliarani
Il tassista clandestino (66/67)
Goffredo Parise
La moglie a cavallo (66/67)
Pino Petruzzelli
Non chiamarmi zingaro (09/10)
Chilometro zero (12/13)
Sabbatico (13/14)
L’uomo che raccoglieva bottiglie (14/15)
Il ragazzo che amava gli alberi (16/17)
Pino Petruzzelli e Giuliano Galletta da Edoardo Sanguineti
Bésame mucho (15/16)
Luigi Pirandello
Sei personaggi in cerca d’autore (52/53)
Pensaci, Giacomino! (53/54)
Così è se vi pare (54/55)
Liolà (56/57) e (91/92)
Ciascuno a suo modo (61/62)
Non si sa come (66/67)
Questa sera si recita a soggetto (71/72)
L’uomo dal fiore in bocca (16/17)
Gennaro Pistilli
L’arbitro (61/62)
Plauto
Anfitrione (55/56)
Mariagrazia Pompei e Valerio Marini
Sangue amaro (14/15)
Marco Praga
La moglie ideale (56/57)
Il bell’Apollo (62/63)
Carlo Repetti
Verso la fine dell’estate (91/92)
Carlo Repetti da Jorge Luis Borges
Borges, autoritratto del mondo (84/85)
Carlo Repetti da Silvio D’Arzo
Inverni (87/88)
Carlo Marcello Rietmann
I veleni non fanno male (52/53)
La grande speranza (60/61)
Gaea Riondino da Ghassan Kanafani
Ingannati (07/08)
Gino Rocca
Il terzo amante (60/61)
Renzo Rosso
La gabbia (67/68)
L’imbalsamatore (96/97)
Ruzante
L’anconitana (72/73)
Moscheta (11/12)
Edoardo Sanguineti
Traumdeutung (66/67)
Macbeth Remix (15/16)
Edoardo Sanguineti da Luigi Pirandello
Sei personaggi.com (00/01)
Edoardo Sanguineti da Carlo Gozzi
L’amore delle tre melarance (00/01)
Giuliano Scabia
Zip, Lap, Lip, Lap, Mam, Crep, Scrap, Plip, Prip e la grande Mam alle prese con la società contemporanea (65/66)
Renato Simoni
Congedo (58/59)
Alessandro Spanghero
Nella pianura normanna c’è un grande libro (98/99)
Luigi Squarzina
Emmetì (65/66)
Marco Taddei
Officina mia (08/09)
Sergio Tofano
L’isola dei pappagalli (75/76)
Achille Torelli
I mariti (55/56)
Luca Viganò
Galois (01/02) e (04/05)
Il gioco dei re (13/14)
Raffaele Viviani
La tavola dei poveri (59/60)
I marziani (59/60)
Silvia Zoffoli
Mors tua vita mea (16/17)

AUTORI STRANIERI

Edward Albee
Chi ha paura di Virginia Woolf? (04/05)
Anonimo elisabettiano
Arden di Faversham (88/89)
Arthur Adamov
La politica degli avanzi (65/66)
Jean Anouilh
Il ballo dei ladri (51/52)
Colombe (53/54)
L’Hurluberlu ovvero il reazionario innamorato (59/60)
R. Aramburu, P. Suàrez, M. Ogando
La huelga de las escobas (11/12)
Alfredo Arias e René de Ceccatty
Pene di cuore di una gatta francese (99/00)
Paul Auster
L’invenzione della solitudine (13/14)
Beaumarchais
Il barbiere di Siviglia (51/52)
II matrimonio di Figaro (61/62)
Samuel Beckett
Aspettando Godot (63/64) e (09/10)
Play (67/68)
Sergi Belbel
Il tempo di Planck (15/16)
Ingmar Bergman
Dopo la prova (00/01)
Thomas Bernhard
Minetti (15/16)
François Bon
Daewoo (07/08)
Edward Bond
II mare (76/77)
Gildas Bourdet
Una stazione di servizio (02/03)
Andrew Bovell
Holy Day (04/05) e (05/06)
Bertolt Brecht
Madre Courage e i suoi figli (69/70) e (02/03)
II cerchio di gesso del Caucaso (73/74) e (02/03)
La resistibile ascesa di Arturo Ui (93/94)
Schweyk nella seconda guerra mondiale (00/01)
L’anima buona del Sezuan (08/09)
Torsten Buchsteiner
Nordost (09/10)
Antonio Buero Vallejo
Il concerto di Sant’Ovidio (67/68)
Jez Butterworth
Mojo-Atlantic Club (07/08)
Pedro Calderón de la Barca
L’Alcalde di Zalamea (84/85)
Karel Capek
L’affare Makropulos (93/94)
Jim Cartwright
Due (14/15)
Anton Cechov
Ivanov (55/56, 95/96, 15/16)
Fremendo, tra le lacrime, sul punto di morire! (78/79)
Le tre sorelle (83/84)
Ivanov (15/16)
Il gabbiano (16/17)
Ethan Coen
Offices (11/12)
Joseph Conrad
L’agente segreto (07/08)
Copi
Tango barbaro (94/95)
Il frigo / La donna seduta (00/01)
Pierre Corneille
L’illusione comica (04/05)
Roberto Cossa
La nonna (12/13)
Matthieu Delaporte e Alexandre de La Patellière
Le prénom (Cena tra amici) (15/16)
Miguel Demuynk
I cento scudi d’oro (69/70)
Pierre de Marivaux
L’isola degli schiavi (16/17)
Alfred de Musset
Con l’amore non si scherza (14/15)
Fernando de Rojas
La Celestina (52/53)
Félix Lope de Vega
L’amo di Fenisa (54/55)
Laura de Weck
Persone predilette (10/1 I)
Armando Discepolo
Stefano (99/00)
Emmanuel Dongala
La donna e il colonnello (04/05)
Tankred Dorst
II Signor Paul (95/96)
Marguerite Duras
Suzanna Andler (85/86)
II dolore (09/10)
Friedrich Dürrenmatt
II complice (76/77)
I fisici (89/90)
Il matrimonio del signor Mississippi (14/15)
Gunter Eich
I sogni (67/68)
Per Olov Enquist
I serpenti della pioggia (90/91)
Nurkan Erpulat e Jens Hillje
Sangue matto (16/17)
Euripide
Le baccanti (67/68)
Elena (03/04)
George Farquhar
I due gemelli rivali (81/82)
Robert Farquhar
Polvere alla polvere (05/06) e (07/08)
L’arbitro di Dio (16/17)
Ludwig Fels
Soliman (96/97)
Georges Feydeau
La pulce nell’orecchio (66/67)
La dame de chez Maxim (97/98)
Jon Fosse
Qualcuno arriverà (06/07)
Athol Fugard
Il canto della valle (14/15)
Aleksandr Galin
Retrò (85/86)
Fatima Gallaire
Le conspose (96/97)
Jean Genet
Le serve (70/71)
Jean Giraudoux
Ondina (55/56) e (73/74)
Johann Wolfgang Goethe
Urfaust (05/06)
Nikolaj Gogol’
Il revisore (59/60)
L’ispettore generale (01/02)
Oliver Goldsmith
E lei per conquistar si sottomette (81/82)
Maksim Gor’kij
Piccoli borghesi (52/53)
Aleksandr Sergeevic Griboedov
L’intelligenza che guaio! (71/72)
Willis Hall
Rapimento a Natale (97/98)
David Harrower
Coltelli nelle galline (02/03)
Vaclav Havel
Memorandum (67/68)
Alex Hellstenius
Fratelli di sangue (12/13)
Kai Hensel
La guerra di Klamm (08/09)
Victor Hugo
Mille franchi di ricompensa (90/91)
Henrik Ibsen
Le colonne della società (60/61)
L’anitra selvatica (76/77)
Rosmersholm (83/84)
Nora alla prova da Casa di bambola (10/11)
Henry James
Quel che sapeva Maisie (01/02)
Ben Jonson
Volpone (54/55)
L’alchimista (03/04)
James Joyce
Esuli (09/10)
Romuald Karmakar e Michael Farin
Der Totmacher – il mostro di Hannover (99/00) e (00/01)
George Kelly
La moglie di Craig (53/54)
Jonas-Hassen Khemiri
Apatia per principianti (14/15)
Dawn King
Codici cifrati (14/15)
Foxfinder (15/16)
Heinrich von Kleist
Il principe di Homburg (82/83)
La brocca rotta (82/83)
Anfitrione (82/83)
Bernard-Marie Koltès
Roberto Zucco (91/92)
Lotta di negro e cani (03/04)
Milan Kundera da Denis Diderot
Jacques e il suo padrone (86/87)
Tony Kushner
Un posto luminoso chiamato giorno (05/06)
Koffi Kwahulé
Bintou (99/00)
Eugène Labiche e Edouard Martin
Io (95/96)
Dennis Lehane
Coronado (08/09)
Motti Lerner
Benedictus (11/12)
Alain René Lesage
Turcaret (79/80)
Gotthold Ephraim Lessing
Nathan il saggio (91/92)
Philipp Löhle
Detto Gospodin (13/14)
Noi non siamo barbari! (15/16)
Dea Loher
Tatuaggio (95/96)

David Mamet
Glengarry Glen Boss (85/86)
Henning Mankell
II buio di giorno (07/08)
Patrick Marber
Poker (13/14)
Gabriel Marcel
Un uomo di Dio (51/52)
Marivaux
Le false confidenze (97/98)
Samujl Marsak
I dodici mesi (70/71)
Dorota Maslowska
Una coppia di poveri romeni che parlano polacco (13/14)
François Mauriac
Il fuoco sulla terra (53/54)
Marius von Mayenburg
Faccia di fuoco (98/99)
Pezzo di plastica (16/17)
Juan Mayorga
Il ragazzo dell’ultimo banco (08/09)
Owen McCafferty
Mojo Mickybo (01/02) e (03/04)
Quietly (15/16)
Martin McDonagh
La bella regina di Leenane (95/96) e (97/98)
Lo storpio di Inishmaan (99/00)
Il tenente di Inishmore (03/04)
Conor McPherson
Dublin Carol (99/00)
La chiusa (05/06)
Fabrice Melquiot
Le diable en partage (09/10)
Thomas Middleton
Donne attente alle donne (81/82)
Arthur Miller
Dopo la caduta (64/65)
Incidente a Vichy (65/66)
L’orologio americano (80/81)
Morte di un commesso viaggiatore (05/06)
Arthur Miller da Henrik Ibsen
Un nemico del popolo (01/02)
Molière
Il malato immaginario (52/53)
Le furberie di Scapino (73/74)
Le intellettuali (77/78)
La scuola delle mogli (87/88) e (11/12)
II Tartufo (99/00) e (13/14)
Don Giovanni (00/01) e (11/12)
George Dandin (15/16)
Il borghese gentiluomo (16/17)
Molière e Mikhail Bulgakov
Il Tartufo ovvero vita amori autocensura e morte in scena del signor di Molière nostro contemporaneo (70/71)
Slawomir Mrozek
Tango (67/68)
Quadriglia (68/69)
I profeti (68/69)
I reverendi (00/01)
Heiner Müller
Filottete (02/03)
Lars Norén
Demoni (15/16)
Eugene O’Brien
Eden (03/04 e 06/07)
Clifford Odets
Scontro nella notte (52/53)
Veronique Olmi
Qui si vive ancora (98/99)
Eugene O’Neill
Una luna per i bastardi (58/59)
Arriva l’uomo del ghiaccio (65/66)
Un lungo giorno di viaggio nella notte (73/74)
Il lutto si addice ad Elettra (96/97)
Joe Orton
Ciò che vide il maggiordomo (11/12)
Albert Ostermaier
Death Valley Junction (00/01)
Aleksandr Nikolaevic Ostrovskij
La foresta (75/76)
Lupi e pecore (80/81)
Harold Pinter
I nani (67/68)
Il ritorno a casa (10/11)
Vladimir e Oleg Presnjakov
Terrorismo (06/07)
John Boyton Priestley
Svolta pericolosa (51/52)
Claude André Puget e Pierre Bost
Un tale chiamato Giuda (57/58)
Jean Racine
Fedra (98/99)
Yasmina Reza
Tre variazioni della vita (00/01)
Maurizio Rosencof
La lotta nella stalla (12/13)
André Roussin
Bobosse (51/52)
Kristo Sagor
Uccelli assetati (02/03)
Armand Salacrou
Una donna troppo onesta (56/57)
Sasha Marianna Salzmann
Lingua Madre Mameloschn (16/17)
Jean-Paul Sartre
Morti senza tomba (54/55)
Il diavolo e il buon Dio (62/63)
Friedrich Schiller
Intrigo e amore (15/16)
Roland Schimmelpfennig
La notte araba (01/02)
Arthur Schnitzler
Al pappagallo verde/ La contessina Mizzi (78/79)
Terra sconosciuta (84/85)
Evgenij Schwarz
Il drago (66/67)
Il re nudo (69/70)
Dennis Scott
Sir Galvano e il Cavaliere verde (95/96)
Coline Serreau
Tuttosà e Chebestia (92/93)
Lapin Lapin (94/95)
Peter Shaffer
Equus (75/76)
Amadeus (14/15)
William Shakespeare
Misura per misura (57/58) e (10/11)
Troilo e Cressida (64/65)
Giulio Cesare (71/72)
Pericle, principe di Tiro (81/82)
Tito Andronico (89/90)
Hamlet (94/95)
La dodicesima notte (98/99) e (14/15)
Enrico V (06/07)
Re Lear (08/09)
Molto rumore per nulla (12/13)
La bisbetica domata (13/14)
Sogno di una notte di mezza estate (13/14)
George Bernard Shaw
Uomo e superuomo (60/61)
II dilemma del dottore (65/66)
Abdulah Sidran
A Zvornik ho lasciato il mio cuore (12/13)
Christian Simeon
Controtempo (08/09)
Neil Simon
I ragazzi irresistibili (12/13)
José Sanchis Sinisterra
La riga nei capelli di William Holden (03/04)
Sofocle
Edipo tiranno (12/13)
Kerstin Specht
La principessa Ranocchio (97/98)
Lionel Spycher
Pit-Bull (00/01)
Hayley Squires
Vera, Vera, Vera (13/14)
Simon Stephens
Motor Town (10/11)
Carl Sternheim
Il ciclo dell’eroe borghese (71/72)
August Strindberg
Danza di morte (63/64)
Paria (67/68)
Il padre (83/84)
La contessina Julie (85/86)
George Tabori
Weisman e Pellerossa (95/96)
Lev Nikolaevic Tolstoj
Svet. La luce splende nelle tenebre (06/07)
Roland Topor
L’inverno sotto il tavolo (97/98)
Ivan Sergeevic Turgenev
Un mese in campagna (96/97)
Peter Turrini
Crepuscolo sulle Alpi (95/96)
Peter Ustinov
Giulietta e Romanoff (58/59)
Mario Vargas Llosa
La Chunga (04/05)
Anca Visdei
Sempre insieme (10/11)
Erik Vos
L’asino ballerino (96/97)
Frank Wedekind
Re Nicolò (80/81)
Arnold Wesker
La cucina (16/17)
Urs Widmer
Top Dogs (97/98)
Oscar Wilde
Il ventaglio di Lady Windermere (98/99)
Tennessee Williams
Zoo di vetro (51/52)
Un tram che si chiama desiderio (92/93)
Michael Zochow
Tre stelle sopra il baldacchino (07/08).

GALLERIA FOTOGRAFICA