Un marito ideale

Oscar Wilde

Al Duse

Dal 4 novembre all’8 novembre

Produzione

Interpreti

Roberto Valerio
Valentina Sperlì
Pietro Buontempo
Alarico Salaroli
Chiara Degani
Luca Damiani

Contributi artistici

Adattamento

Roberto Valerio

Scene

Carlo Sala

Costumi

Carlo Sala

Luci

Nando Frigerio

Un tema serio sviluppato con grande leggerezza da Oscar Wilde. Dialoghi ricchi di humour e gusto per la battuta graffiante. È possibile fare politica senza compromessi? La questione morale è un fatto privato o pubblico?

Rappresentata la prima volta al Royal Theatre di Londra nel 1895, Un marito ideale è la commedia nella quale Oscar Wilde (1854-1900), allora beniamino dei salotti inglesi, riesce meglio a fondere una trama impegnata con il virtuosismo apparentemente frivolo della sua scrittura.

Tutti i personaggi, pur prigionieri della loro eleganza d’epoca, si muovono per spazi angosciosi dove s’annidano duelli, ricatti e compromessi. Ma Wilde – autore dell’aforisma: «Ogni uomo ambizioso deve combattere il proprio secolo con le sue stesse armi» – ne sa svelare il finto perbenismo e l’ipocrisia, impugnando l’arma del teatro allora in voga.

E, sul canovaccio stereotipato della commedia vittoriana, innesta così paradossi fulminanti e dialoghi frizzanti, convertendo sovente il dramma borghese nella leggerezza della risata intelligente e gettando via in un soffio anche solo l’apparenza di una commedia datata.

GALLERIA FOTOGRAFICA