Lingua Madre Mameloschn (Muttersprache Mameloschn) – Germania

Sasha Marianna Salzmann

Al Teatro Duse

dal 31 maggio al 10 giugno

Regia

Interpreti

Elena Callegari
Francesca Cutolo
Maria Roveran

Versione italiana

Alessandra Griffoni

Tre donne, tre generazioni: un’anziana madre, sua figlia e sua nipote. Lin, Clara e Rahel. Una famiglia ebrea trapiantata in Germania, le cui radici affondano in un passato ormai lontano di socialismo, di guerra e di lotta politica combattuta all’ombra del Muro di Berlino. E l’ebraismo, con i suoi dogmi, è quasi un ingombro da cui tutte e tre tentano di liberarsi invano. Le tre donne si confrontano, si parlano, si svelano segreti, dominate da quel non detto, o detto altrove, che segna e decide un rapporto madre-figlia. Un dialogo intimo e politico, una ricerca della verità, delle origini, dell’identità.

Sasha Marianna Salzmann è nata nel 1985 a Volgograd nell’Unione Sovietica e vive fra Berlino e Istanbul. Attualmente è autrice residente del teatro Maxim Gorki di Berlino, ben noto per le sue messe in scena dedicate alla post-migrazione. La sua pièce teatrale Muttermale Fenster blau ha vinto nel 2012 il Kleist Förderpreis. Nel 2013 il premio del pubblico delle Giornate Teatrali di Mülheim (Mülheimer Theatertage) è stato assegnato all’opera teatrale Muttersprache Mameloschn (Lingua Madre Mameloschn).

Rappresentazioni serali ore 20.30, giovedì ore 19.30, domenica e lunedì riposo.

GALLERIA FOTOGRAFICA