Acoustic Night 17 – The Fathers

Alla Corte
Dall'11 maggio fino al 14 maggio

Produzione

Interpreti

Beppe Gambetta
Pat Flynn
Bryan Sutton
David Grier

Contributi artistici

Quadro di scena

Sergio Bianco

Con questa nuova proposta, Acoustic Night giunge alla diciassettesima edizione consecutiva, coinvolgendo ancora una volta nel dialogo con la chitarra acustica alcuni artisti internazionali, per uno spettacolo che teatralizza la musica folk contemporanea, suonata dal vivo.

Quest’anno i riflettori dello spettacolo di Beppe Gambetta si accenderanno sui “maestri”, sui grandi “padri” iniziatori della musica popolare.  Molti dei primi padri storici (Pete Seeger, Doc Watson, Bill Monroe, John Renbourn, ecc.) appartengono a epoche precedenti e ci hanno già lasciato, ma ogni generazione ha avuto un suo mentore ed esistono oggi in attività grandi artisti che in tempi più recenti hanno continuato questo ruolo. Sono tutti artisti dotati di profonda sensibilità innovativa, capaci di inventare e dare forma a tecniche e sonorità che prima non esistevano, talvolta ad aprire la strada a nuove tendenze musicali, tracciando orizzonti creativi per le generazioni a venire. Il rapporto ideale con la musica dei padri è una tappa importante nel percorso di ogni musicista, ma chiunque ami la buona musica si arricchisce di questa conoscenza.

Acoustic Night 17 apre il suo sipario ad alcuni di “questi maestri”, per uno spettacolo che ancora una volta teatralizza la musica, coinvolgendo nel dialogo con la sua chitarra acustica anche altri celebri artisti internazionali, per un concerto che dedica particolare attenzione alla costruzione di un “racconto di vita vissuta”, fatto di luci e di immagini, della cura meticolosa riservata alla diffusione del suono in sala.

«Con l’America nel cuore e le radici nel sole e negli ulivi del mar Mediterraneo – è stato scritto –  Gambetta riesce a saldare con grande naturalezza le sponde dei due Continenti, creando una “koiné” musicale in cui country e tradizione ligure, canti dell’emigrazione e ballate popolari non solo coesistono ma vanno a interagire, intrecciando un fitto dialogo ignaro di ogni rigida classificazione. La musica di Gambetta è caratterizzata da emozioni intime, dalla comunicazione, dalla ricercatezza nei toni, dalla sua sobrietà e dall’umorismo. Una musica che evita di basarsi puramente sul suo alto livello di eccellenza tecnica ma che rivela anche le sensazioni interiori di una mente brillante e giocosa che non smette di esplorare e innovare pur restando fermamente legato alla tradizione».

GALLERIA FOTOGRAFICA