Rassegna di Drammaturgia Contemporanea

Nei mesi di maggio-luglio 2017, il Teatro Stabile di Genova ha in programma l’organizzazione di una nuova Rassegna di Drammaturgia Contemporanea, dedicata alla messa in scena di testi italiani e stranieri mai rappresentati in Italia, in collaborazione con Festival teatrali nazionali.
Il luogo e le date di svolgimento, così come i titoli della Rassegna saranno resi noti nel corso della Stagione.
Dal 1996 a oggi, la Rassegna di Drammaturgia Contemporanea ha già sperimentato settantré nuovi testi, alcuni dei quali sono poi diventati anche dei veri e propri spettacoli di produzione: La bella regina di Leenane, Der Totmacher, Mojo Mickybo, Galois, Eden, Holy Day, Polvere alla polvere, Controtempo, Nordost, Sempre insieme.

 

NUOVA DRAMMATURGIA IN RASSEGNA DAL 1996 AL 2016

pointgrey 1996 Weisman e Pellerossa di George Tabori (Germania) – Crepuscolo sulle Alpi di Peter Turrini (Austria) – Tatuaggio di Dea Loher (Germania) – Il Signor Paul di Tankred Dorst (Germania)

pointgrey 1997 La bella regina di Leenane di Martin McDonagh (Irlanda) – Soliman di Ludwig Fels (Germania) – Le conspose di Fatima Gallaire (Francia)

pointgrey 1998 Top Dogs di Urs Widmer (Svizzera) – L’inverno sotto il tavolo di Roland Topor (Francia) – La principessa Ranocchio di Kerstin Specht (Germania)

pointgrey 1999 Nella pianura normanna c’è un grande libro di Alessandro Spanghero (Italia) – Qui si vive ancora di Véronique Olmi (Francia) – Faccia di fuoco di Marius von Mayenburg (Germania)

pointgrey 2000 Bintou di Koffi Kwahulé (Francia) – Der Totmacher di Romuald Karmakar e Michael Farin (Germania) – Dublin Carol di Conor McPherson (Irlanda)

pointgrey 2001 Death Valley Junction di Albert Ostermaier (Germania) – Pit-Bull di Lionel Spycher (Francia) – Bartleby, lo scrivano di Tonino Bozzi (Italia)

pointgrey 2002 Mojo Mickybo di Owen McCafferty (Irlanda del Nord) – Galois di Luca Viganò (Italia) – La notte araba di Roland Schimmelpfennig (Germania)

pointgrey 2003 Una stazione di servizio di Gildas Bourdet (Francia) – Coltelli nelle galline di David Harrower (Scozia) – Uccelli assetati di Kristo Sagor (Germania)

pointgrey 2004 Strade / Corridoi di Sonia Arienta (Italia) – La riga nei capelli di William Holden di José Sanchis Sinisterra (Spagna) – Eden di Eugene O’Brien (Irlanda)

pointgrey 2005 La Chunga di Mario Vargas Llosa (Perù) – La donna e il colonnello di Emmanuel Dongala (Congo) – Holy Day di Andrew Bovell (Australia)

pointgrey 2006 Di eroi, di spie e altri fantasmi di Carlo Orlando e Nicola Pannelli (Italia) – Polvere alla polvere di Robert Farquhar (Irlanda) – Un posto luminoso chiamato giorno di Tony Kushner (Usa)

pointgrey 2007 Rum di Carlo Besozzi e Flavio Parenti (Italia) – Qualcuno arriverà di Jon Fosse (Norvegia) – Terrorismo di Oleg e Vladimir Presnjakov (Russia)

pointgrey 2008 Ingannati da Ghassan Kanafani (Italia) – Daewoo di François Bon (Francia) – Tre stelle sopra il baldacchino di Michael Zochow (Germania) – Il buio di giorno di Henning Mankell (Svezia) – Mojo Atlantic Club di Jez Butterworth (Gran Bretagna)

pointgrey 2009 La guerra di Klamm di Kai Hensel (Germania) – Coronado di Dennis Lehane (Stati Uniti) – Officina mia di Marco Taddei (Italia) – Il ragazzo dell’ultimo banco di Juan Mayorga (Spagna) – Controtempo di Christian Simeon (Francia)

pointgrey 2010 Le diable en partage di Fabrice Melquiot (Francia) – Corto circuito di Piero Olivieri (Italia) – Nordost di Torsten Buchsteiner (Germania)

pointgrey 2011 Sempre insieme di Anca Visdei (Romania) – Persone predilette di Laura de Weck (Svizzera) – Motor Town di Simon Stephens (Gran Bretagna)

pointgrey 2012 Benedictus di Motti Lerner (Israele) – La huelga de las escobas di Roxana Aramburu, Patricia Suárez, Mónica Ogando (Argentina) – Offices di Ethan Coen (Stati Uniti)

pointgrey 2013 Fratelli di sangue di Axel Hellstenius (Norvegia) – A Zvornik ho lasciato il mio cuore di Abdullah Sidran (Bosnia) – La lotta nella stalla di Mauricio Rosencof (Uruguay)

pointgrey 2014 Detto Gospodin di Philip Lohle (Germania) – Vera, Vera, Vera di Hayley Squires (Gran Bretagna) – Una coppia di poveri romeni che parlano polacco di Dorotha Masłowska (Polonia)

pointgrey 2015 Due di Jim Cartwright (Gran Bretagna) – Il canto della valle di Athol Fugard (Repubblica Sudafricana) – Codici cifrati di Dawn King (Gran Bretagna) – Sangue amaro di Mariagrazia Pompei e Valerio Marini (Italia) – Apatia per principianti di Jonas-Hassen Khemiri (Svezia)

pointgrey 2016 Quietly di Owen McCafferty (Irlanda del Nord) – Geppetto e Geppetto di Tindaro Granata (Italia) – Foxfinder di Dawn King (Gran Bretagna) – Il tempo di Planck di Sergi Belbel (Spagna) – Noi non siamo barbari! di Philipp Löhle (Germania)